Magnetoterapia

13 gen 2020

Cos'è la magnetoterapia

La magnetoterapia è una terapia fisica non invasiva e non dolorosa, che sfrutta l’azione delle onde elettromagnetiche a diverse frequenze e diversa intensità mobilitando gli ioni positivi e negativi presenti nelle cellule dell'organismo. Le onde sono non-ionizzanti: esercitano un'azione fisica su organi e tessuti ma non vengono assorbite dall’organismo. La magnetoterapia svolge un’azione antinfiammatoria e antidolorifica e apporta dei benefici: aumenta la mineralizzazione ossea, accelera la calcificazione delle fratture, aumenta l'irrorazione sanguigna, migliora la circolazione periferica e il metabolismo cutaneo. Inoltre, svolge un’azione cicatrizzante. Diversi studi hanno confermano l'utilità e i vantaggi di questa terapia, soprattutto nell'agevolare la guarigione dopo le fratture, favorendo la formazione del callo osseo. La capacità delle onde elettromagnetiche di agire sui tessuti viene impiegata anche per prevenire l'osteoporosi, contro il dolore cronico, da traumi o post operatorio e per contribuire alla cicatrizzazione delle ferite e al riassorbimento degli edemi. Questa terapia viene spesso prescritta anche dagli ortopedici come cura complementare a trattamenti rieducativi e riabilitativi manuali effettuati dal fisioterapista e si può utilizzare in tutte le patologie con dolore, infiammazione, deficit funzionale e vascolare, con benefici su ossa, articolazioni, muscoli e sistema circolatorio.

Magnetoterapia noleggio

La magnetoterapia può essere eseguita negli ambulatori e nei reparti di riabilitazione degli ospedali, palestre, negli ambulatori privati o dal paziente a domicilio attraverso l’acquisto di apparecchi per uso domestico o il noleggio.
Gli apparecchi portatili elettromagnetici pulsati a bassa frequenza sono dotati di piastre (dove scorre il circuito che crea il campo magnetico) applicate su fasce che si posizionano nell’area da trattare. I diffusori (piastre) devono esser applicati sulla cute integra e mai all’interno di ferite chirurgiche che consentano l’accesso a zone sottocutanee (es: brecce chirurgiche non cicatrizzate, ferite esposte).
Il numero di sedute variano a seconda della patologia e del tipo di dolore. Il noleggio risulta utile nel caso di tempi lunghi e terapie quotidiane o notturne; in questo caso il paziente può noleggiare l'apparecchiatura e fare solo le prime applicazioni con il fisioterapista che gli spiegherà la modalità corretta per eseguirle in modo autonomo.

Magnetoterapia controindicazioni

La magnetoterapia è vietata ai portatori di pace-maker e ai pazienti con disturbi del ritmo cardiaco. È sconsigliata in gravidanza, poiché non vi sono studi che confermino gli effetti sul feto. La magnetoterapia è sconsigliata anche ai portatori di protesi elettriche e/o acustiche, protesi metalliche (viti, chiodi) realizzate in materiale ferromagnetico. Infine è sconsigliata in soggetti affetti da tubercolosi, cancro o in pazienti con emorroidi aperte, lesioni vascolari e con alterazione dei flussi ematici.

COMMENTI

Non è stato ancora inserito alcun commento, commenta per primo!

Commenta l'articolo

 
 
Resta in contatto: (informativa sulla privacy)