Capillari fragili gambe: cause e rimedi

08 nov 2021

Capillari rotti

Nel corpo umano vi sono circa 2 miliardi di capillari. I capillari sono piccoli vasi sanguigni e rappresentano le ultime diramazioni delle arterie e delle vene. Essi svolgono un ruolo importante per il nostro organismo: nei capillari avvengono gli scambi che permettono ai tessuti di ricevere ossigeno e nutrienti e di tenere lontane le sostanze di scarto.
I capillari fragili che si rompono sono un problema diffuso soprattutto tra le donne di qualunque età.

Cause della fragilità capillare

I capillari rotti sono dovuti alla fragilità capillare. Tra le cause della fragilità dei capillari vi sono: poca attività fisica, deficit nutrizionali (soprattutto vitamina C), alterazioni ormonali (gravidanza, pillola anticoncezionale, fase premestruale), sovrappeso e obesità, stress, eccessiva esposizione solare, sbalzi termici, ritenzione idrica, traumi e lesioni, predisposizioni genetiche o patologiche.

Come eliminare i capillari rotti

I capillari rotti, purtroppo, non si possono eliminare senza adeguati trattamenti medici, ma una buona prevenzione può essere utile per evitare la rottura.
Innanzitutto, si raccomanda di consultare il proprio medico in caso di capillari rotti evidenti poiché, spesso  la fragilità capillare è accompagnata da altre problematiche del sistema circolatorio.
Per prevenire la problematica dei capillari rotti si possono seguire alcune buone abitudini, come ad esempio: fare attività fisica come passeggiate, bici o nuoto; seguire una dieta sana ricca di fibre, flavonoidi (contenuti in mirtilli, ribes, frutti di bosco) e vitamine (soprattutto vitamina C). Un altro consiglio utile è di stimolare la circolazione sanguigna alternando getti di acqua calda (non troppo calda) e fredda sotto la doccia.
Mentre le cose da evitare per non avere i capillari rotti sono: il fumo di sigaretta, abbigliamento troppo aderente e scarpe con tacchi alti, saune e bagni troppo caldi, esposizione prolungata al sole, esposizione prolungata a fonti di calore (camino, stufe e termosifoni), rimanere a lungo in piedi o seduti ed infine mangiare cibi troppo salati.

Capillari rotti: rimedi naturali

Per contrastare il fenomeno dei capillari rotti, vi sono rimedi naturali in grado di ridurre o addirittura eliminare la comparsa. È possibile assumere tisane, integratori, creme e farmaci. Oppure, utilizzare le calze a compressione graduata. Le calze a compressione graduata sono calze elastiche specifiche per chi soffre di insufficienza venosa, come nel caso di vene varicose, gonfiore, gambe pesanti e stanche. Disponibili sia per donne che per uomini, vengono spesso scelte anche a scopo preventivo, per evitare la formazione di trombi, il peggioramento e donare sollievo.
Per trattare questo problema con la fitoterapia  si consigliano gli estratti di vite rossa, centella asiatica, mirtillo nero, propoli, ippocastano, ginkgo biloba e betulla. Ma anche integratori a base di vitamina C. Il farmaco più noto per la fragilità capillare è Venoruton, disponibile in compresse e bustine.
Le creme o gel invece sono utili per una azione rinfrescante e per riattivare la circolazione. Si consiglia di tenere le creme in frigorifero per poter applicarle fredde, potenziando così la loro azione.

COMMENTI

Non è stato ancora inserito alcun commento, commenta per primo!

Commenta l'articolo
Resta in contatto: (informativa sulla privacy)

Che giorno è oggi?