Nuovo coronavirus 2019–nCoV

31 mar 2020

29/01/2020

A livello mondiale è cresciuta negli ultimi giorni la paura per il nuovo coronavirus (2019-nCoV) che arriva dalla Cina, il cui focolaio è stato individuato nella città di Wuhan (ora in quarantena). Scienziati e autorità invitano a non creare allarmismi, ma paura e preoccupazione hanno generato domande legate al virus.

Domande e risposte Coronavirus

Che cos'è un coronavirus?
I coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal raffreddore comune a malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Che cos'è il nuovo coronavirus?
Un nuovo coronavirus (CoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell'uomo. Il nuovo coronavirus chiamato 2019-nCoV è stato reso pubblico il 9 gennaio 2020 dal CDC cinese. Già il 31 dicembre 2019, la Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan (Cina) aveva segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) un gruppo familiare di casi di polmonite ad eziologia ignota nella città di Wuhan, nella provincia cinese di Hubei. La maggior parte dei casi aveva un legame epidemiologico con il mercato di Huanan Seafood, un mercato all'ingrosso di frutti di mare e animali vivi nel sud della Cina.

Quali sono i sintomi del coronavirus?
I sintomi più comuni sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Esiste un vaccino per un nuovo coronavirus?
Ancora no, essendo una nuova malattia, non c’è un vaccino e per realizzarne uno i tempi possono essere lunghi.

Esiste un trattamento per il nuovo coronavirus?
Non esiste un trattamento specifico per la malattia causata da un nuovo coronavirus. Il trattamento deve essere basato sui sintomi del paziente. La terapia di supporto può essere molto efficace.

Cosa si può fare per proteggersi?
Le raccomandazioni per ridurre l'esposizione e la trasmissione della malattia sono: lavare spesso le mani con acqua e sapone o con gel igienizzante mani, starnutire o tossire in un fazzoletto, usare una mascherina e gettare i fazzoletti usati in un cestino chiuso subito dopo l'utilizzo e lavare le mani, evitare carne cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le bevande non imbottigliate. Infine evitare contatti ravvicinati, quando possibile, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse e starnuti.

Quali sono i tempi di incubazione?
Il ministro della Sanità della Cina, ha affermato che il periodo di incubazione è tra uno e 14 giorni. Il coronavirus è contagioso anche durante l'incubazione. Il virus 2019 n-CoV, secondo uno studio pubblicato da The Lancet, può essere trasmesso anche da persone che, pur avendo già l'infezione, non mostrano sintomi.

Il virus è già arrivato in Italia?
Nei giorni scorsi si sono verificati alcuni casi apparentemente “sospetti” ma vari esami di laboratorio hanno escluso il contagio. Ad oggi non è stato registrato nessun caso in Italia.

Ci sono notizie false sul virus?
Come tutte le epidemie, anche il coronavirus proveniente dalla Cina ha fatto emergere fake news e notizie non confermate. Per questo motivo si consiglia di consultare soltanto siti affidabili.

COMMENTI
Di
il 02 aprile 2020

Di
il 25 febbraio 2020

Ottimo articolo che spiega chiaramente il nuovo coronavirus. Può essere utile aumentare le proprie difese immunitarie per difendersi dal virus?


Farmacia Cavalieri ha risposto in data 29 febbraio 2020:

Certo, è importante, oltre ad una buona igiene e un'alimentazione sana. Sono disponibili diversi integratori e farmaci omeopatici in grado di aumentare le proprie difese immunitarie. Se vuole, può consultare questa sezione: https://shop.farmaciacavalieri.it/difese-immunitarie-persona

Di
il 25 febbraio 2020

Io usavo molto prodotti a base di echinacea, ultimamente sto provando lentinex, mi trovo bene.

Di
il 28 febbraio 2020

Se la gente leggesse solo articoli come questo, anzichè tutte le fake news che terrorizzano la popolazione, ora saremo tutti più tranquilli.

Commenta l'articolo
Resta in contatto: (informativa sulla privacy)