Caffè: benefici e controindicazioni

09 giu 2021

Caffè

Il caffè è un arbusto che può raggiungere altezze di addirittura 10 metri, ma coltivato non supera i 2,5 metri. È caratterizzato da foglie grandi dalla forma ovale e lanceolata, dal color verde scuro. Alla congiunzione delle foglie con i rami, compaiono i fiori bianchi e il frutto, simile ad una grossa ciliegia rossa.
Il frutto contiene 2 semi dalla forma semisferica, appoggiati l’uno contro l’altro e rivestiti da una pellicola detta pergamino.

Benefici caffè

Il caffè è in grado di aumentare la resistenza dei muscoli alla fatica, contribuisce la contrazione della muscolatura intestinale, favorendo, in alcuni casi, a risolvere la stitichezza. Inoltre, il caffè apporta altri benefici tra cui: rinforzare la potenza cardiaca, accrescere l’ampiezza e la frequenza degli atti respiratori (aumentando l’ossigenazione del sangue), favorire l’immaginazione, il lavoro intellettuale, la prontezza dei riflessi e la capacità di espressione verbale.
Il principio attivo più noto del caffè, responsabile di tutti i suoi effetti, è la caffeina. La caffeina è una sostanza bianca, inodore e dal sapore amaro. In una tazzina di caffè vi sono circa 100mg di caffeina.
La caffeina possiede un’azione analgesica e viene impiegata per i suoi effetti positivi in caso di avvelenamenti da oppiacei o alcol.

Caffè controindicazioni

Il caffè non deve essere assunto in caso di ipertensione, cardiopatia, gotta, gastrite o ulcera gastroduodenale. Un abuso di caffè può provocare una intossicazione.

COMMENTI

Non è stato ancora inserito alcun commento, commenta per primo!

Commenta l'articolo
Resta in contatto: (informativa sulla privacy)